Cronaca - Telecittà la TV di Casa Vostra

Si rovescia furgone: 10 feriti

Scritto da Redazione • 18 aprile 2014

Incidente sul Passante di Mestre verso Trieste, all’altezza di Casale sul Sile. Almeno 10 le persone rimaste ferite nel ribaltamento di un furgone. Il mezzo, un Renault Master, stava trasportando 15 persone, tutte di nazionalità Romena. Improvvisamente un pneumatico è scoppiato e il conducente ha perso il controllo. Tra i 10 feriti, ci sono due bambini in condizioni, definite, serie. Sul posto vi è stato una gran dispiegamento di ambulanze e soccorsi. Sono intervenuti anche la stradale e i vigili del fuoco. I feriti sono stati trasportati negli ospedali di Treviso, Mestre e Mirano.

TREVISO: PUBBLICITARIO SPARISCE NEL NULLA, IN CORSO RICERCHE

Scritto da Redazione • 16 aprile 2014

Per anni ha diretto una famosa agenzia pubblicitaria di Treviso, prima ancora si era occupato sempre di pubblicità per il quotidiano “Il Gazzettino” di lui da più di una settimana non si hanno più notizie. Stefano D’Ignazio, 53 anni sembra essere sparito nel nulla. Una scomparsa con poche spiegazioni che ha gettato i familiari dell’uomo nello sconforto e nell’agitazione, preoccupati di ciò che potrebbe essergli accaduto. Per questo i congiunti dell’uomo, prima fra tutti l’ex compagna, hanno deciso di rivolgersi prima alle forze dell’ordine e poi anche ad una nota trasmissione televisiva dedicata alla ricerca delle persone scomparse.

Rapine Veneto ed Emilia: arrestato basisita

Scritto da Redazione • 16 aprile 2014

I Carabinieri di Este nel Padovano , in collaborazione con i colleghi di Rovigo, hanno arrestato ieri un albanese 33 enne. L’uomo per gli investigatori sarebbe il basista di un gruppo dedito alle rapine che nei mesi scorsi ha messo a segno numerosi colpi fra Veneto ed Emilia Romagna.

Lido Venezia: incendio ex ospedale al mare

Scritto da Redazione • 16 aprile 2014

Un incendio è scoppiato intorno alla mezzanotte all’ex Ospedale al mare al Lido di Venezia. A dare l’allarme sono stati gli artisti – circa una trentina – del collettivo che in questi giorni occupano la struttura. Le fiamme, sono state definitivamente domate solo intorno alle 3 dai vigili del fuoco hanno poi rilevato ben quattro focolai di un incendio che è sicuramente doloso.
Le strutture murarie si sono salvate mentre sono andati bruciati alberi e sterpaglie. Già un mese fa c’era stato un incendio all’interno di un’altra area della zona.

CODEVIGO (PD): TRAVOLTA DA IMPALCATURA MUORE 38ENNE INCINTA DI 6 MES

Scritto da Redazione • 16 aprile 2014

Si chiamava Mvumbi Ndombe, aveva 38 anni e nel suo grembo custodiva la vita di un bimbo. La donna, originaria del Congo e conosciuta da tutti in Paese con il nome di Mirella era al sesto mese di gravidanza. Ieri pomeriggio verso le 17 era nel giardino della villetta di via Fogolana a Conche di Codevigo nella quale abitava con il marito Antonio Dorigo e le due figliolette, stava sistemando qualcosa quando improvvisamente è stata travolta dai telai di un impalcatura utilizzata dal marito.

TRAVOLTA DA IMPALCATURA: MUORE DONNA INCINTA

Scritto da Redazione • 15 aprile 2014

Tragedia in provincia di Padova, a Codevigo. Una donna, al sesto mese di gravidanza, è rimasta uccisa dopo essere stata travolta da un pezzo di impalcatura. Il dramma, si è consumato nel giardino dell’abitazione della donna. La vittima, era in cortile quando è stata improvvisamente colpita alla testa. La donna di nazionalità del Congo, abitava in paese con il marito e altri due figli piccoli. Sul posto sono giunti i soccorsi ma ogni tentativo di salvarla è stato vano. Sul posto anche i Carabinieri.

PADOVA: ARMI E RAPINE, CC ARRESTANO 8 PERSONE

Scritto da Redazione • 15 aprile 2014

Le radici dell’operazione risalgono allo scorso 20 novembre quando i Carabinieri di Piove di sacco fanno irruzione in una abitazione di via Valeri e arrestano il capofamiglia Riccardo Castello, 64 anni nullafacente già noto alle forze dell’ordine, e i suoi due figli Francesco elettricista 40enne e Mattina 24enne disoccupato. In casa custodiscono un vero e proprio arsenale. Per gli investigatori è chiaro che la famiglia ha fatto delle armi un vero business e il sospetto è che quell’arsenale rifornisca la malavita locale. Scatta la seconda tranche di indagini, gli investigatori vogliono capire chi si rifornisce dalla famiglia del piovese.

Padova: Picchia moglie e figlio, moldavo allontanato da casa

Scritto da Redazione • 15 aprile 2014

Le violenze continuavano dal 2006. Otto anni di umiliazioni e botte riservate alle moglie, ma non solo. A subire le violenze anche il figlio maggiorenne della coppia che spesso interveniva in soccorso della madre frapponendosi fra i genitori e facendo da scudo alla donna. Il tutto accadeva sotto agli occhi di una seconda figlia ancora minorenne. Il padre, nella sua logica di follia, l’ha sempre risparmiata convogliando le proprie ire sugli altri due componenti della famiglia.
Più volte la donna, 44 enne aveva richiesto l’aiuto delle forze dell’ordine, più volte era dovuta ricorrere alle cure del pronto soccorso cittadino

Lavoratore infedele ruba occhiali alla Safilo

Scritto da Redazione • 15 aprile 2014

Ha insospettito i poliziotti. Il sacco che portava sulle spalle era troppo voluminoso per una passeggiata in bicicletta. Così la pattuglia impegnata nel controllo del territorio che ieri sera stava attraversando via Longhin ha deciso di fermarlo. Inutile per l’uomo un 31enne di origine moldava opporre resistenza il grande sacco di plastica andava aperto.

Padova: soldi per far sparire cartella Equitalia. Impiegata ai domiciliari

Scritto da Redazione • 15 aprile 2014

Denaro per insabbiare una pratica di Equitalia. È l’accusa che ha portato una dipendente dell’Agenzia delle Entrate agli arresti domiciliari. Secondo quanto ricostruito dalle fiamme gialle che hanno condotto le indagini l’impiegata 61 enne in servizio presso la segreteria generale Area Riscossioni si è offerta di rallentare ed eventualmente addirittura insabbiare la cartella arrivata ad un imprenditore dell’alta padovana. In cambio l’uomo avrebbe però dovuto ricompensare con il denaro tale servizio.
Il caso sarebbe venuto alla luce a seguito di un controllo nell’azienda dell’imprenditore della provincia padovana.

PADOVA: 21ENNE SUICIDA ALLA FACOLTA’ DI FISICA

Scritto da Redazione • 14 aprile 2014

Avrebbe lasciato alcune lettere. Pezzi di carta che contengono forse una spiegazione ad un gesto così estremo da risultare incomprensibile. Perché lo studente 22enne, originario di Vicenza, che sta mane intorno alle 7.30 ha scelto la facoltà che frequentava per porre fine alla sua vita secondo i suoi compagni di corso non aveva mai dato segnali da ritenere preoccupanti.

PADOVA: FURTI IN BAR E PIZZERIE, ARRESTATO 22ENNE ROMENO

Scritto da Redazione • 14 aprile 2014

Ha 22 anni ed è un cittadino di origine romena. È lui secondo i poliziotti della Squadra Mobile, diretti dal vicequestore aggiunto Marco Calì, il responsabile di una serie di furti avvenuti negli ultimi mesi in alcune bar-pizzerie nel quartiere padovano di Chiesanuova. “Il Predone dei Bar” così è stato soprannominato dagli investigatori che ne seguivano i passi, fino all’arresto, si era specializzato proprio nei locali pubblici preferendo bar,tabaccherie e slot. Fatale per la sua attività criminosa sono risultate essere alcune tracce lasciate negli sui luoghi colpiti e rilevate successivamente dalla polizia scientifica.

VICENZA: ACCOLTELLA FIDANZATA, ARRESTATO COMMERCIALISTA VERONESE

Scritto da Redazione • 14 aprile 2014

L’ha raggiunta nel locale da ballo di Vicenza dove la giovane stava trascorrendo la serata in compagnia di alcuni amici. Un’incontro chiarificatore con cui Enrico Sganzerla, commercialista 43 enne originario di Cerea nel veronese, forse voleva recuperare il rapporto con la 26enne. Una storia che dopo due anni di amore stava ora volgendo al capolinea.

SPINEA (VE):19ENNE PERDE SOLDI FIDANZATA E SIMULA RAPINA

Scritto da Redazione • 8 aprile 2014

Una serata andata davvero storta. È quella trascorsa da un 19enne di Spinea nel veneziano che deciso a tentare la fortuna al casinò di Cà Noghera ha visto volatilizzarsi sui tavoli da gioco in poco tempo ben diecimila euro. Una serata già abbastanza difficile così se non fosse che il bottino dissipato era stato preso in prestito alla fidanzata alla quale, a dirla tutta, non era nemmeno stato chiesto.

MESTRE: MIGLIORANO CONDIZIONI ALGERINO FERITO ALLA TESTA DURANTE CONTROLLO CC

Scritto da Redazione • 7 aprile 2014

Sono in via di miglioramento le condizioni dell’algerino ricoverato all’ospedale dell’angelo di Mestre a seguito di una caduta durante un controllo dei Carabinieri. Il 42enne infatti sarebbe stato addirittura dimesso dalla terapia intensiva e spostato nel reparto di neurochirurgia. Intanto continuano le indagini del Ris di Parma chiamato a chiarire cosa sia accaduto mercoledì sera in via Cairoli a pochi metri dalla Stazione ferroviaria di Padova.

MESTRE: SPINGE A TERRA POLIZIOTTA, DENUNCIATO

Scritto da Redazione • 7 aprile 2014

Spintona un’agente fino a farla cadere a terra. È successo domenica sera verso le 23.30 in piazza San Marco, durante una serie di controlli contro il fenomeno dell’abusivismo commerciale organizzato dal commissariato di San Marco. Una pattuglia di agenti di polizia ha intercettato un giovane soggetto del sud est asiatico, il quale si è difeso spingendo una agente di polizia, gettandola a terra, e poi si è dato alla fuga. La poliziotta guarirà in quattro giorni, così recita il referto del pronto soccorso.

BELLUNO: INCONTRI HOT CON I SOLDI DELLE SUORE, SACERDOTE DENUNCIATO

Scritto da Redazione • 7 aprile 2014

Problemi di salute. Per questo un parroco della provincia Bellunese sarebbe stato messo a riposo, ovvero allontanato dalla parrocchia che amministrava ormai da qualche anno. Ma secondo il quotidiano “Il Gazzettino” la repentina scomparsa del pastore nulla avrebbe a che fare con la salute. Il giornale racconta infatti una versione completamente diversa: il ministro del culto sarebbe astato allontanato dal Vescovo di Belluno e Feltre perché invischiato in un indagine per estorsione.

PADOVA: DUE RAPINE IN UN’ORA, FORSE UN’UNICO AUTORE

Scritto da Redazione • 3 aprile 2014

Due rapine in meno di 60 minuti e il dubbio che dietro ad entrambi i colpi possa esserci un unico responsabile. Le descrizioni fornite dalle due vittime infatti sembrerebbero avere alcuni tratti comuni, a cominciare dall’età dell’aggressore un uomo straniero di circa 30 anni. Poi il modus operandi e i luoghi delle aggressioni. A denunciare il primo episodio un padovano di 62 anni. In tarda mattinata stava attraversando il ponte dei Graissi quando è stato avvicinato da uno sconosciuto. L’uomo, con la pelle di colore scuro, gli ha strappato dal collo una catenina poi lo ha colpito al volto con un pugno e gli ha rubato occhiali e bicicletta.

PADOVA: PRESO AUTORE DI UNA DECINA DI SPACCATE, E’ MINORENNE

Scritto da Redazione • 2 aprile 2014

Le indagini sono ancora in corso, ma la Squadra Mobile di Padova è certa: l’autore di molte delle spaccate che negli ultimi mesi hanno flagellato il centro storico padovano è un 17enne tunisino senza fissa dimora.
I poliziotti lo hanno arrestato ieri mattina al Parco Europa della Stanga . Il Fermo di Polizia giudiziaria, ora il giovane si trova nel carcere minorile di Venezia, è arrivato dopo settimane di serrate indagini che hanno permesso di attribuire al ragazzo almeno 11 colpi messi a segno tutti nel mese di marzo.

OPERAZIONE ROS CONTRO SECESSIONISTI VENETI, 24 ARRESTI

Scritto da Redazione • 2 aprile 2014

Nei piani dell’organizzazione c’era anche uno sbarco in Piazza San Marco a Venezia con un mezzo blindato. Un Tanko ottenuto da una pala cingolata Fiattallis Fl 20 dotata oltre che di blindatura anche di videocamere e di una bocca fuoco per sparare biglie di acciaio. Un’operazione del tutto simile a quella compiuta dai Serenissimi nel 1997 che questa volta però doveva svolgersi sotto lo sguardo di centinaia di persone armate.

VERONA: SQUADRA MOBILE SGOMINA GANG DI SINTI RESPONSABILI DECINE DI FURTI

Scritto da Redazione • 2 aprile 2014

La Squadra mobile di Verona ha sgominato, alle prime ore di oggi, una gang di sinti stanziali in un campo nomadi scaligero e responsabili di decine di furti su auto, colpendo principalmente fotografi arrivati per competizioni sportive anche internazionali. Oltre una decina i provvedimenti restrittivi per associazione per delinquere emessi dalla procura di Verona ed eseguiti, per la maggior parte, nel campo nomadi, ad eccezione di uno fatti nei confronti di un moldavo che ricettava le apparecchiature nei paesi dell’Est Europa.

PADOVA: FIGLIO UCCISO IN BRASILE, PADRE METTE TAGLIA SU ASSASSINO

Scritto da Redazione • 1 aprile 2014

Dopo otto anni l’assassino del figlio è ancora in libertà e così decide di mettere una taglia sulla sua cattura. A prendere l’iniziativa è Bruno Pescia padre di Andrea, ucciso nel 2006 a Fortaleza in Brasile durante un tentativo di rapina

Un uomo di 60 anni, Renato Giacchin, è morto dopo essere stato investito da un camion che procedeva nello stesso senso di marcia a Megliadino San Vitale (Padova). La vittima era in sella alla sua bicicletta. Sul posto sono subito intervenuti, oltre al personale sanitario del Suem, i carabinieri di Santa Margherita d’Adige e i vigili urbani dell’Unione Megliadina.

Scritto da Redazione • 1 aprile 2014

Il Soccorso alpino ha recuperato il corpo di un 90enne che, allontanatosi da casa ieri sera a Gallio, non vi ha più fatto ritorno. Scattato l’allarme, dato dal figlio dell’anziano, i soccorritori hanno individuato prima la sua auto in località Buso nei pressi di una chiesetta

CORTINA (BL): VACANZA A SBAFFO, DENUNCIATI GENITORI

Scritto da Redazione • 1 aprile 2014

Un insegnante leccese e una bresciana impiegata del ministero della Difesa sposati e residenti a La Spezia sono stati denunciati dal Commissariato di Cortina d’Ampezzo, per truffa in concorso, ai danni di un albergo cortinese

VERONA: RISSA IN PIAZZA ARRESTATI 6 20ENNI

Scritto da Redazione • 1 aprile 2014

Sei ragazzi di età ricompresa tra i 18 e 22 sono stati arrestati dai carabinieri di Verona con l’accusa di rissa e lesione personale aggravata

MESTRINO (PD): RAPINA A MANO ARMATA ALLA “FORNACE”

Scritto da Redazione • 31 marzo 2014

Era da poco passata l’una quando il gestore di questo locale della periferia padovana si è visto puntare in faccia una pistola. Ad impugnarla un uomo con il volto nascosto da un passamontagna che all’ora di chiusura ha fatto irruzione alla “Fornace” assieme ad un complice, anch’egli con il voto coperto. I due uomini hanno affrontato il titolare del ristorante pizzeria che si trova a Mestrino. Armi in pugno si sono fatti consegnare l’incasso della serata, circa 2mila 500 euro poi hanno chiesto all’uomo di sfilarsi l’orologio un Rolex del valore di 8 mila euro.

PADOVA EMERGENZA SPACCATE, 5 COLPI NELLA NOTTE

Scritto da Redazione • 31 marzo 2014

Ancora una notte di spaccate in città. L’escalation di furti sembra infatti non conoscere battuta di arresto. A cedere sotto i colpi probabilmente di un piede di porco le vetrate di altri cinque esercizi commerciali di Padova. Secondo gli investigatori almeno 3 colpi potrebbero essere imputati alla stessa mano. SI tratta di due colpi avvenuti lungo Corso Vittorio Emanuele e di quello avvenuto in Piazzetta Santa Croce.

Tragedia nel veronese: bimbo di 2 anni travolto da treno

Scritto da Redazione • 28 marzo 2014

Tragedia agghiacciante in provincia di Verona. Un bimbo di due anni che abitava in un campo nomadi, vicino ai binari, è morto, dopo essere stato investito da un treno regionale. Il piccolo si sarebbe allontanato mentre la mamma stava sistemando alcune cose, sarebbe uscito attraverso il buco di una rete e avrebbe raggiunto i binari nel momento dell’arrivo del convoglio. Quando i genitori sono accorsi era ancora vivo e hanno tentato una disperata corsa verso l’ ospedale. Dopo un ora però il suo cuore si è fermato

Aveva rapito un infermiera a Padova: arrestato tunisino

Scritto da Redazione • 28 marzo 2014

Rapina e sequestro di persona sono queste le accuse nei confronti di un tunisino arrestato dagli uomini della Squadra Mobile di Padova e ritenuto l’ autore del rapimento di una giovane infermiera. La donna era stata aggredita in prima serata, mentre andava a riprendere la macchina, terminato il turno di lavoro all’ospedale. In via San Massimo era stata aggredita da uno sconosciuto. L’aveva costretta a salire sul lato passeggeri della sua stessa auto, l’aveva legata con delle sciarpe e costretta a rimanere a testa bassa.

Valanga nel bellunese: nessuno sciatore coinvolto

Scritto da Redazione • 26 marzo 2014

Nel tardo pomeriggio di ieri alcuni momenti di tensione nel bellunese in seguito ad una valanga, caduta a monte del rifugio Scotter, situato alla base dell’anfiteatro formato da Tajola, Cima Bel Prà, Scotter e Antelao. Il distacco ha richiesto l’invio dei soccorsi per escludere la presenza di sciatori. Una persona era stata vista passare prima della caduta ma gli uomini del soccorso alpino di San Vito hanno trovato le tracce di uscita dell’uomo e quindi hanno escluso che fosse rimasto coperto dalla massa nevosa