Cronaca - Telecittà la TV di Casa Vostra

Malore in montagna: muore escursionista padovano

Scritto da Redazione • 3 novembre 2014

Tragedia in montagna, in provincia di Pordenone. A perdere la vita un padovano, colto da un malore improvviso. Flavo Friso, 60 anni, era in compagnia di alcune guide del Cai. Improvvisamente si è sentito male e ha perso conoscenza. Immediate le manovre di soccorso praticate dai presenti mentre attendevano l’arrivo dei sanitari. Le condizioni del padovano però erano gravissime e l’intervento del suem è stato inutile. Gli operatori hanno tentato per lungo tempo a praticare le manovre di rianimazione ma sono state inutili.

Padova: aggredito mentre passeggia con il cane

Scritto da Redazione • 6 agosto 2014

Aggredito mentre camminava lungo via Beltrame a Padova. Un uomo di 67 anni stava portando a passeggio il cane. Con alcune difficoltà motorie era aiutato da un bastone che tiene sempre con se. Forse proprio questo ha spinto due balordi ad approfittare della situazione. La fragilità del padovano è diventata un occasione per derubarlo senza che potesse difendersi. Davanti a lui sono arrivati due cittadini dalla pelle scura, sicuramente nord africani. Lo hanno travolto con la loro forza e gli hanno strappato la collana di dosso. Poi si sono dileguati. L’uomo è caduto riportando delle escoriazioni

Refrontolo (Tv): gravi ma in miglioramento i due feriti

Scritto da Redazione • 6 agosto 2014

Restano serie ma in miglioramento le condizioni delle due persone tuttora ricoverate da sabato notte all’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso in seguito all’alluvione di Refrontolo costata la vita a quattro uomini. La Direzione sanitaria dell’ospedale riferisce che il paziente accolto con politraumatismi e già sottoposto ad un primo intervento chirurgico ortopedico è ancora nell’Unita’ di terapia intensiva e presenta condizioni di miglioramento. E’ previsto il trasferimento nel reparto di degenza ordinaria presso l’Unità di ortopedia e traumatologia

Disastro “Refrontolo”: 500 mila metri cubi d’acqua

Scritto da Redazione • 4 agosto 2014

Ogni attimo di questa tragedia viene seguito dal presidente della Regione Veneto che ha parlato di un piccolo Vajont, nessun paragone con quella notte terribile ma solo un binomio usato per spiegare l’enorme quantità d’acqua che si è riversata improvvisamente dal torrente. Secondo l’ultima rilevazione, sul luogo del disastro sono transitati 500 mila metri cubi di acqua. Un muro improvviso. Il presidente Veneto ha spiegato di aver già presentato al Governo il piano per il riordino del territorio regionale, un piano che richiede una spesa di oltre 2 miliardi di Euro. Nonostante i finanziamenti ministeriali però la situazione resta ancora difficile perché a scontrarsi con i fatti restano problemi burocratici e legislativ

Disastro nel trevigiano: Ministro Galletti a Refrontolo, la vicinanza del Governo. “Dobbiamo investire in prevenzione”

Scritto da Redazione • 4 agosto 2014

Il Ministro Galletti in visita a Refrontolo, il luogo colpito dalla tragedia, ha voluto esprimere la vicinanza del Governo alle famiglie delle vittime e al territorio. Il ministro ha spiegato che la vicinanza dello stato non sarà estemporanea ma sarà presente anche nei giorni successivi a questo tragico momento. Galletti si è complimentato con le forze di soccorso che hanno agito sul posto, con tempestività e con una grande organizzazione.“In Italia –ha sottolineato- esiste un grave problema di morfologia del territorio, siamo un paese a rischio e per questo motivo il governo ha messo tra le sue priorità il dissesto idrogeologico. Non dobbiamo lavorare in emergenza – ha ribadito più volte- ma in prevenzione”.

Disastro Refrontolo: quattro uomini strappati alla vita

Scritto da Redazione • 3 agosto 2014

Quattro vite spazzate da acqua e fango. Difficile accettare un dolore così grande. Le vittime avevano salutato i famigliari, uscendo di casa con il sorriso e con la voglia di stare assieme agli amici. La “festa degli Omani”, si svolgeva ogni anno, un’ occasione per passare una serata tra maschi, mangiare, ridere, scambiarsi battute e confidenze, insomma una serata in buona compagnia per scacciare i pensieri e divertirsi. Questo era lo spirito nel quale si trovavano i partecipanti. Certamente nessuno poteva immaginare un destino così tragico

Disastro in provincia di Treviso: 4 vittime e due feriti gravi

Scritto da Redazione • 3 agosto 2014

Disastro in provincia Treviso. Quattro le vittime a Reflontolo, una decina i feriti. Sono state ore drammatiche. Il territorio e’ stato travolto da un ondata d’acqua e fango di tre metri. Momenti di vero terrore. Strade franate, acqua ingestibile che arrivava ovunque. La situazione più drammatica e’ stata vissuta da chi era alla festa che si stava svolgendo vicino al Molinetto della Croda. La tensostruttura e’ crollata. La gente veniva trascinata dalla forza dell’acqua che sembrava non lasciare scampo.

Ragazzini si tuffano nel fiume Astico: salvati da Vigili fuoco

Scritto da Redazione • 1 agosto 2014

Si erano tuffati nel fiume Astico, a Cogollo del Cengio in provincia di Vicenza. Due ragazzini di 15 anni stavano annegando, sono rimasti aggrappati ad alcuni sassi sommersi. Erano in un punto pericolosissimo, vicino al primo dei tre scivoli artificiali del fiume che convogliano in una cascata.A salvarli sono stati i Vigili del Fuoco di Schio. Un pompiere del servizio speleo fluviale è entrato in …

Venezia: viaggiavano in camper come turisti, era banda di truffatori

Scritto da Redazione • 1 agosto 2014

Viaggiavano a bordo di due camper con targa tedesca, sembravano dei normali turisti ma per gli agenti della Squadra Anticrimine del Commissariato di Mestre c’era qualcosa che non andava. E’ scattato così un controllo di routine che ha individuato due famiglie dedite ad una serie di reati, compiuti su tutto il territorio nazionale. Truffe e furti nelle abitazioni ma anche colpi nelle case di anziani soli. Probabilmente il figlio di una delle due coppie si era precedentemente spacciato per poliziotto per derubare una donna. Insomma una lunga scia di reati che, forse, il gruppo voleva mettere in atto anche nel veneziano.

Droga:oltre 100 kg di hashish sequestrati, 3 arresti

Scritto da Redazione • 1 agosto 2014

Oltre cento chili di hashish, che, sul mercato avrebbero fruttato più di un milione di euro, sono stati sequestrati nel padovano. La droga è stata trovata a Conche di Codevigo dai Carabinieri che hanno arrestato tre persone. lo stupefacente era nascosto in tre valige, sistemate nel bagagliaio di un automobile. Tre persone sono state arrestate. Si tratta di due italiani, entrambi incensurati, Adriano Muni, 32 anni, di Nichelino (Torino); e Marcello Oriana, 59, di Sanremo (Imperia); e di un un marocchino, Hicham Lamghali, 34

Rapina a Caselle di Selvazzano (Pd): donna legata in casa

Scritto da Redazione • 1 agosto 2014

Due banditi mascherati sono entrati nella casa di due fratelli di 84 anni che abitano in via Ceresina a Caselle di Selvazzano (Pd). Lui, come tutte le mattine, si era alzato all’alba per andare a consegnare il latte ad alcune famiglie. La sorella, rimasta in casa, è stata sorpresa da due balordi che l’hanno legata ad una sedia. Non le hanno usato violenza ma l’hanno immobilizzata. Volevano il denaro ma in casa non ce n’era. Hanno rovistato ovunque, poi si sono dileguati a mani vuote. La stranezza è che non parlavano

Albignasego(Pd): accoltella il marito, ricoverato

Scritto da Redazione • 31 luglio 2014

Sfiorato la tragedia in un appartamento di Albignasego nel padovano. Una donna ha colpito con un coltello da cucina il marito. E’ il triste epilogo di una lite degenerata. I due hanno iniziato a bisticciare nella serata di mercoledì. Improvvisamente la donna ha impugnato il fendente e ha colpito l’uomo. Subito dopo il gesto ha allertato il 118. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e l’ambulanza. Il ferito è stato portato all’ospedale dove i medici si sono presi cura di lui. La signora, 43 anni, è stata denunciata per lesioni gravissime.

Schianto a Piazzola: muore bimba di 4 mesi, grave la mamma

Scritto da Redazione • 29 luglio 2014

Martedì tragico sulla strada. In un incidente avvenuto a Piazzola sul Brenta, in provincia di Padova, è morta una bambina di nemmeno 4 mesi. La piccola era in auto con la mamma, viaggiavano a bordo di una Fiat Brava. Improvvisamente la donna ha perso il controllo del mezzo uscendo di strada. Un incidente apparso subito gravissimo. Sul posto sono accorse due ambulanze, l’elicottero del Suem e gli uomini della Polizia Locale di Piazzola. Madre e figlia sono state trasportate all’ospedale di Camposampiero ma le condizioni della piccolina erano disperate. Poco dopo l’arrivo al Pronto Soccorso la bambina è morta. Gravissime le condizioni della madre.

Adescava ragazzine al parcheggio: camionista fermato da CC

Scritto da Redazione • 29 luglio 2014

Un autotrasportatore portoghese è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale continuata nei confronti di minorenni. Ad eseguire l’operazione sono stati i carabinieri della Compagnia di Verona che dopo la denuncia di alcune donne lo hanno tenuto sotto controllo. Al vaglio dei militari oltre alle testimonianze anche pedinamenti e video ripresi dalle telecamere di videosorveglianza. Il Portoghese avvicinava le sue vittime nel piazzale di un centro commerciale nel veronese. Al momento le denunce presentate sono tre ma per gli investigatori, gli episodi, sarebbero molti di più

Va a funghi e precipita: muore bellunese

Scritto da Redazione • 28 luglio 2014

Doveva essere una giornata serena, in compagnia degli amici e con la loro grande passione, cercare funghi in montagna. Erano ad Arsiè in Valpiana. Stavano camminando sul sentiero del bosco quando un 51 enne è scivolato facendo un volo di decine di metri. Il terreno era instabile a causa delle abbandonanti piogge e probabilmente questo ha contribuito nella caduta. Quando gli amici si sono accorti che il bellunese non c’era e hanno udito la sua richiesta d’aiuto hanno allertato il 118. I soccorsi sono giunti sul posto. Grazie ad altri due fungaioli che avevano sentito i lamenti, l’uomo è stato individuato ma quando è stato raggiunto , ormai, era troppo tardi. L’uomo era senza vita.

Re delle spaccate: scappa e ruba ancora

Scritto da Redazione • 28 luglio 2014

17 anni, almeno 30 spaccate notturne nei negozi di Padova. Lui è il tunisino che gli uomini della polizia avevano arrestato una quindicina di giorni fa perché colto in flagranza, dopo l’ennesimo colpo compiuto in città. Era stato rinchiuso nel carcere minorile di Treviso e poi trasferito ad Alessandria. Il 17enne però da lì è scappato. Ha preso il treno ed è tornato ancora una volta a delinquere a Padova. Nel fine settimana al Brico Center sono state chiamate le volanti della polizia perché un giovane aveva rubato un piede di porco. Quando gli agenti sono arrivati sul posto, per l’ennesima volta, si sono trovati davanti il tunisino definito “il re delle spaccate”

Precipita in un dirupo: salvato dopo 40 ore, è grave

Scritto da Redazione • 28 luglio 2014

E’ caduto dall’argine del ponte di Crespano mentre stava facendo una camminata. Ha perso l’equilibrio precipitando in un dirupo e rimanendo seriamente ferito. L’uomo non riusciva ad alzarsi per la frattura agli arti. Urlava per chiedere aiuto ma in quel punto difficilmente passa qualcuno e quindi le sue richieste d aiuto erano vane. E’ rimasto lì per 40 ore, solo ieri è stato sentito da un passante, un vero angelo, che ha chiamato i soccorsi e ha permesso di salvare l’uomo. Sul posto è giunto il soccorso alpino e il ferito è stato portato in ospedale. Era in stato di ipotermia, l’uomo è rimasto sotto le bombe d’acqua di sabato. Le sue condizioni sono gravi ma i medici stanno facendo il possibile per salvarlo. Si tratta di un 33 enne della provincia trevigiana

Galan: non risponde a Gip e deposita memoriale

Scritto da Redazione • 25 luglio 2014

Giancarlo Galan detenuto nel carcere di Opera a Milano non ha risposto alle domande del Gip. Il deputato di Forza Italia, coinvolto nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Venezia sul Mose, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Depositato al giudice un memoriale corposo con tutta la documentazione in grado di contestare le accuse mosse nei suoi confronti. Nella documentazione tutti gli atti che servono a giustificare la posizione della villa di Cinto. Proprio l’ abitazione sarebbe, secondo le accuse, frutto di una tangente. Inoltre, nella documentazione Galan fornirebbe anche chiarimenti sul licenziamento della sua segretaria, Daniela Minutillo,

1.100 kg cibi scaduti: sequestrato a Verona

Scritto da Redazione • 24 luglio 2014

1100 chili di alimenti sequestrati a Verona. Il cibo era in vendita all’interno di un’ attività specializzata in prodotti esteri. A scoprire la truffa sono stati i Carabinieri. I militari, dopo aver rilevato la presenza di una confezione di acetone e di due timbri, hanno accertato che sui prodotti preconfezionati esposti in vendita, scaduti anche da alcuni mesi, erano state abusivamente applicate delle etichette che riportavano una nuova scadenza. Quest’ultima era stata impressa con un timbro a datario, dopo aver cancellato le vecchie date, utilizzando l’acetone o ritagliando la vecchia data.

Incidente mortale “vaporetto-gondola”: rinvio a giudizio per 5 persone, forse archiviazione per gondoliere

Scritto da Redazione • 24 luglio 2014

Torna in primo piano la tragedia avvenuta in Canal Grande a Venezia, la scorsa estate. Un vaporetto aveva urtato schiacciandola una gondola, con a bordo una famiglia di turisti tedeschi. Un incidente atroce nel quale perse la vita il capofamiglia, un professore universitario che si trovava in vacanza. Agghiaccianti i ricordi di quel giorno nel quale, come raccontò la moglie della vittima, dalla gondola i turisti urlavano perché il mezzo si fermasse. Ma il vaporetto continuò la sua manovra. In seguito all’inchiesta sull’incidente, la Procura lagunare, ha chiesto il rinvio a giudizio per 5 persone.

Inquilino non paga l’affitto: colpito a coltellate

Scritto da Redazione • 23 luglio 2014

Sfiorata la tragedia ad Abano Terme (Pd). Un uomo di 41 anni che da sei mesi non riceveva i soldi dell’appartamento che aveva affittato ad una famiglia, è andato in escandescenza tanto da trasformarsi in un aggressore furioso e violento. A mezzanotte è andato sotto la palazzina dove si trova l’appartamento e ha bucato le gomme delle auto degli inquilini. Poi con un coltello da cucina si è diretto nell’abitazione. E’ nata una lite tra il creditore e il capofamiglia che è stato colpito da una coltellata.

Giancarlo Galan: “si” all’arresto

Scritto da Redazione • 22 luglio 2014

La Camera oggi ha espresso voto favorevole all’arresto di Giancarlo Galan. I voti a favore sono stati 395, 138 i contrari. Due deputati si sono astenuti. La votazione è avvenuta a scrutinio segreto. Giancarlo Galan era ricoverato all’ospedale di Este dal quale ha ricevuto la lettera di dimissione in mattinata. Il deputato ha lasciato la struttura sanitaria nel pomeriggio e in ambulanza, al momento, è stato portato a casa. Galan ha una doppia frattura alla gamba ed era stato ricoverato in seguito a complicanze cardiache. Davanti all’ospedale erano presenti numerosi giornalisti ai quali ha detto “Sono incazzato e sapete benissimo con chi”

A4: incidente tra Torri di Quartesolo e Grisignano, coda 2km verso Padova

Scritto da Redazione • 22 luglio 2014

Traffico bloccato in A4 tra Torri di Quartesolo e Grisignano con direzione Padova. A Scontrarsi tre automobili. Fortunatamente non sono stati segnalati feriti ma la viabilità ha subito ripercussioni pesanti. La coda di veicoli in breve tempo ha superato i due km. Sul posto i mezzi di soccorso.

Padova: grave anziano investito da tram

Scritto da Redazione • 21 luglio 2014

Grave incidente a Padova questa mattina. Un uomo di 90 anni è stato investito dal tram. L’incidente è avvenuto vicino alla stazione ferroviaria. L’uomo era sulle strisce pedonali ma la dinamica dell’incidente è ancora in fase di ricostruzione. L’impatto è stato violento. Sul posto sono intervenuti i soccorsi, l’anziano è stato trasportato all’ospedale e versa in gravissime condizioni. Sul posto per i rilievi è intervenuta la squadra incidenti della Polizia Locale. L’investimento è avvenuto sul cavalcavia Borgomagno

Maltempo: Alto Vicentino in ginocchio

Scritto da Redazione • 21 luglio 2014

Il Maltempo ha colpito in maniera violenta una zona del vicentino, Velo D’Astico. La pioggia caduta in maniera abbondante ha creato uno smottamento del terreno. Una frana di detriti, con un fronte di circa 100 metri, ha interrotto la strada che collega due frazioni di Velo e si è bloccata a ridosso di alcune case. Sul posto sono giunti immediatamente i soccorsi che hanno fatto uscire dalle case i residenti. Sul posto al lavoro i Vigili del Fuoco. La violenza del nubifragio ha abbattuto alberi, cartelli e numerosi sono gli allagamenti segnalati.

Morto dopo rapina nel bresciano: Fermati due albanesi a Jesolo

Scritto da Redazione • 21 luglio 2014

A Jesolo nel veneziano, i Carabinieri hanno fermato i presunti responsabili della rapina avvenuta in villa, nel bresciano, nella notte tra il 7 e l’8 luglio. Una rapina tragica nella quale il padrone di casa è morto dopo aver lottato per 11 giorni. L’uomo, Pietro Raccagni, aveva cercato di inseguire i ladri ma correndo era caduto, battendo violentemente la testa. Le sue condizioni erano apparse gravi da subito, per giorni ha combattuto per rimanere in vita ma non ce l’ha fatta.

Padova: preso “il re delle spaccate”, bloccato da poliziotti

Scritto da Redazione • 21 luglio 2014

17 anni, tunisino, autore di numerose spaccate notturne a Padova, più volte arrestato e poi fuggito dai centri minorili dove veniva trattenuto, è tornato a colpire ancora. L’ultima spaccata nella notte del week end appena trascorso. Il giovane, che, per gli spostamenti era solito usare la bicicletta, ha raggiunto Chiesanuova e si è intrufolato alla Mac Service dove ha rubato il registratore di cassa. Le incursioni del tunisino ora sono finite. Mentre una volante era sul posto, un’altra chiamata, al 113 segnalava la presenza del balordo su una via vicina. In pochissimi minuti è giunta sul posto una seconda auto della polizia. Gli uomini in divisa hanno sorpreso in flagranza il 17 enne che, sempre con la sua bicicletta, cercava di defilarsi. Messo alle strette dai poliziotti ha ammesso le sue responsabilità. Il Pm ha disposto la traduzione nel carcere minorile di Treviso. Fondamentale per la riuscita dell’operazione, che ha pizzicato il balordo, è stata la tempestività della polizia e l’intuito degli agenti che lo hanno bloccato.

Incidenti stradali: scontro tra tir, A4 bloccata a San Stino

Scritto da Redazione • 17 luglio 2014

Un incidente fra mezzi pesanti si è avvenuto sull’autostrada A4 Venezia-Trieste pochi minuti prima delle 16.00. Il sinistro è avvenuto in direzione Trieste fra San Stino e Portogruaro e i mezzi coinvolti hanno occupato la corsia di marcia e quella di sorpasso. Il traffico è bloccato, è stata istituita l’uscita obbligatoria a San Stino e attivata la deviazione dei veicoli verso la A27-A28.

Treni: investimento mortale all’alba sulla linea Bassano-Venezia

Scritto da Redazione • 16 luglio 2014

Questa mattina una persona è stata travolta da un treno sulla linea Bassano Venezia. L’investimento mortale ha richiesto lo stop dei treni sulla tratta interessata. Sul posto sono intervenuti i soccorsi e l’autorità giudiziaria che ha eseguito i rilievi. L’investimento è avvenuto tra Bassano e Castello di Godego. I convogli hanno subito ritardi di quasi tre ore. A finire sotto il convoglio una ragazza di soli 17 anni che ha scelto di mettere in atto il tragico e terribile gesto . Un dramma che si è consumato all’alba. La ragazzina, originaria dell’ Est, viveva a Bassano. Subito gli investigatori si sono messi al lavoro per capire le cause della tragedia.

Carte clonate: otto arresti in operazione della Ps di Padova

Scritto da Redazione • 16 luglio 2014

Smantellata un rete composta da cittadini nigeriani dediti alla clonazione di carte di credito. Otto le persone arrestate a conclusione di un operazione condotta dalla squadra mobile padovana sotto la direzione del Servizio centrale operativo e dell’Interpool. Le indagini sono partite da Milano dove due nigeriani, residenti a Padova, hanno esibito due biglietti del treno, comprati in maniera anomala. G