Cronaca - Telecittà la TV di Casa Vostra

Veneto Banca: su sfondo inchiesta due ispezioni Bankitalia

Scritto da Redazione • 17 febbraio 2015

(ANSA) – ROMA, 17 FEB – L’inchiesta su Veneto Banca ha sullo sfondo due ispezioni fatte dalla Banca d’Italia nel 2013. L’istituto centrale aveva deciso di approfondire la neutralità di alcuni atti dell’istituto e, dopo le ispezioni, aveva richiesto il cambio della governance. In tale contesto, vi è stato un fitto scambio di corrispondenza tra Bankitalia e Veneto Banca, che, secondo i pm, ha determinato il configurarsi del reato di ostacolo alla vigilanza. Infine si è arrivati al cambio richiesto dall’istituto centrale: tuttavia, secondo gli inquirenti, il passaggio di ruolo di Vincenzo Consoli da amministratore delegato a direttore generale non ha in pratica modificato gli assetti di gestione della Banca.

Padova: incidente mortale

Scritto da Redazione • 17 febbraio 2015

Tragico schianto nella serata di lunedì a Padova. Sul lungargine Ziani, una moto si è scontrata con due auto e poi è finita fuori strada. Alla guida Davide Chiozzi 40 anni. Il giovane uomo è parso gravissimo da subito. Sul posto è giunto il Suem, con l’ambulanza è stata tentata una disperata corsa all’ospedale. I medici hanno fatto il possibile per tenerlo in vita, praticando varie manovre di rianimazione ma il suo cuore si è fermato. Il motociclista non è riuscito a sopravvivere all’impatto. Davide Chiozzi era conosciuto nel mondo dell’impresa e delle istituzion

MOSE: DOPO PATTEGGIAMENTO REGIONE SOSPENDE ENZO CASARIN

Scritto da Redazione • 13 febbraio 2015

La Regione Veneto ha avviato la procedura per la sospensione dal servizio del proprio dipendente Enzo Casarin, uno dei funzionari coinvolti nell’inchiesta Mose. Casarin, ex braccio destro dell’assessore Chisso, aveva patteggiato un anno 8 mesi. La Giunta veneta ha reso noto che l’Avvocatura regionale ha ricevuto due giorni fa la documentazione relativa alla sentenza di applicazione della pena su richiesta per Casarin. Fascicolo che è poi stato trasmesso all’ufficio del personale, dando corso alla procedura per la sospensione dal servizio.

Immigrazione: profughi bloccano statale nel trevigiano

Scritto da Redazione • 11 febbraio 2015

Una cinquantina di profughi, appartenenti a varie etnie africane, ospitati nelle strutture del Centro di solidarietà (Ceis) di Vittorio Veneto, hanno dato vita questa mattina ad una manifestazione durata un paio d’ore, culminata con l’occupazione della strada statale “Alemagna” L’iniziativa di protesta, hanno spiegato, sarebbe stata determinata dalle cattive condizioni di permanenza negli alloggi, pare anche per il malfunzionamento dell’impianto di riscaldamento, e per l’attesa eccessiva di uno sblocco della loro posizione che dura, per alcuni di essi, ormai da oltre otto mesi.

Sventato sequestro: nel mirino nipote del ‘Re’ birre

Scritto da Redazione • 27 gennaio 2015

Sventato il sequestro di un ragazzino di 13 anni, nipote di un noto imprenditore che commercia nel settore delle birre, residente a Thiene in provincia di Vicenza. Gli uomini del Ros dei Carabinieri hanno stretto un cordone di protezione attorno alla famiglia che era inconsapevole di quanto stava per accadere. I rapitori stavano attendendo madre e figlio 13 all’uscita di casa. Volevano simulare una rapina per portare via il bimbo e chiedere un riscatto di alcuni milioni di euro. All’esterno dell’abitazione però erano nascosti i militari che, con un azione fulminea, hanno bloccato i rapitori. L’operazione degli investigatori era stata coordinata e avviata da settimane. Tre gli arrestati.

Anziana 83 anni legata e minacciata durante rapina in casa

Scritto da Redazione • 27 gennaio 2015

Momenti terribili stamane ad Arzignano (Vicenza) per una donna di 83 anni vittima di un tentativo di furto in casa, poi subito trasformatosi in una violenta rapina ad opera di due uomini, mascherati con passamontagna. L’anziana, che vive con un figlio in un appartamento di via dei Mille – una casa al cui piano inferiore abita un altro suo figlio – è stata legata e minacciata dai due banditi, che alla fine hanno asportato preziosi in oro e denaro contante. I familiari si trovavano al lavoro, quando l’anziana ha sentito dei rumori arrivare dal piano di sotto. E’ andata così a controllare ed ha sorpreso i due malviventi intenti a rubare. I due banditi, che parlavano una lingua straniera, l’hanno sopraffatta e legata

Padova: allarme bomba in centro

Scritto da Redazione • 24 gennaio 2015

(ANSA) – PADOVA, 24 GEN – Allarme bomba questa mattina in Piazza dei Signori a Padova, in pieno centro. La chiamata ai carabinieri è arrivata da una passante che si è accorta di un tubo di plastica chiuso agli estremi con del nastro adesivo appoggiato sulla finestra di una chiesa. Sul posto sono immediatamente intervenuti gli artificieri che hanno transennato l’area e hanno fatto brillato …

Terrorismo: sparito medico padovano

Scritto da Redazione • 22 gennaio 2015

Medico siciliano ma da anni residente e operativo a Padova, Ignazio Scaravillo, non da più notizie di se dal 6 gennaio. Il professionista, noto chirurgo ortopedico, specializzato nelle patologie della mano, era andato in Libia con la moglie per prestare servizio in un ospedale libico. Sono stati i colleghi a lanciare l’allarme. Anche i suoi messaggi sul profilo facebook si fermano ai primi di gennaio e nessuno lo avrebbe più sentito. La vicenda è seguita con la massima attenzione e riservatezza dalla Farnesina. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo contro ignoti per sequestro di persona con finalità di terrorismo

Charlie Hebdo: Veneto, aumentata vigilanza su siti sensibili

Scritto da Redazione • 9 gennaio 2015

ANSA) – VENEZIA, 9 GEN – Il Ghetto ebraico di Venezia e quello di Padova, l’aeroporto internazionale ‘Marco Polo’ ed il porto commerciale della città lagunare sono tra il centinaio di siti sensibili del Veneto sottoposti ad un’intensificazione dei controlli di polizia, dopo l’allarme terrorismo dovuto agli attentati di Parigi. Una vigilanza discreta ma continua, sulla quale le Questure non forniscono numeri o dati specifici, ma che si può notare anche dalla maggior presenza di uomini e mezzi della polizia, dei carabinieri e dalla Guardia di finanza.

Rapina a Verona: entra in ufficio postale e usa cliente come scudo

Scritto da Redazione • 30 dicembre 2014

Rapina in un ufficio postale a Verona. Un bandito armato di pistola ha minacciato i presenti e si è fatto consegnare 500 euro dalla cassa. Per proteggersi la fuga, il rapinatore, ha usato un cliente come scudo. Sono stati momenti concitati e di grande paura. Il cliente è stato trascinato per alcuni metri e poi lasciato andare. Lo sconosciuto si è dileguato a piedi. Sul posto è intervenuta la Polizia che ha avviato le indagini.

Verona: sequestrati 9 kg di botti illegali

Scritto da Redazione • 30 dicembre 2014

A Verona la Guardia di Finanza ha sequestrato oltre 8.000 artifici pirotecnici, per un peso di quasi 9 chilogrammi, privi dell’“etichettatura” di sicurezza richiesta dalle disposizioni del Ministero dell’Interno nello specifico settore. Parte del materiale pirotecnico, inoltre, era pronto per essere commercializzato separatamente dalle confezioni originarie. L’operazione si è svolta nell’ambito dell’intensificazione dei controlli, svolti nel periodo delle festività, per contrastare il commercio di prodotti illegali e insicuri

Fanno esplodere bancomat: soldi lasciati a terra

Scritto da Redazione • 18 dicembre 2014

Alle 4 dell’altra notte un boato ha svegliato i residenti di via Bajardi a Mortise, nella città di Padova. Sconosciuti hanno fatto saltare lo sportello bancomat che si trova a ridosso del noto centro commerciale. La struttura, appartenente ad una filiale dalla Cassa di Risparmio del Veneto, è letteralmente esplosa, con gravi danni strutturali. Sul posto sono giunte le forze dell’ordine che hanno avviato le ricerche ed eseguito i rilievi. Il colpo, però, non ha funzionato. I banditi hanno abbandonato il denaro sul posto. Probabilmente sono stati costretti ad una fuga veloce, le banconote sono state trovate dalla polizia sotto le macerie. Le indagini sono in corso.

Furti abitazioni: arrestati tre ladri

Scritto da Redazione • 17 dicembre 2014

I carabinieri di Padova hanno arrestato tre cittadini albanesi responsabili di numerosi furti in abitazione del padovano. L’intervento è stato eseguito con la collaborazione dei colleghi di Abano ed Este. Per giorni i militari hanno seguito i movimenti di un auto sospetta che si aggirava per Montegrotto. All’interno vi erano quattro uomini vestiti di nero e con i guanti. Senza dubbio erano dediti a furti nelle case. Sono stati tenuti sotto controllo e nel rodigini, i carabinieri, li hanno fermati simulando un controllo stradale. Dall’auto è stato recuperato vario materiale per aprire i serramenti , quindi, sono stati denunciati per possesso ingiustificato di arnesi da scasso. Sequestrata anche l’auto, in quanto, il conducente era senza patente. I tre, di nazionalità albanse, sono stati tenuti sotto controllo ancora. E’ emerso che facevano anche 10-15 intrusioni a notte.

Blocco vaccini:Novartis,circa 500mila dosi in lotti sospetti

Scritto da Redazione • 28 novembre 2014

I due lotti del vaccino antinfluenzale Fluad bloccati dall’Aifa comprendono ”circa 500.000 dosi”. Lo precisa l’azienda produttrice Novartis. ”Finora – afferma l’azienda – non è stata stabilita alcuna relazione causale con la somministrazione del vaccino. I lotti di prodotto impattati, per un totale di circa 500.000 dosi, sono stati distribuiti soltanto in Italia dopo aver superato tutti i controlli di sicurezza e qualità, inclusi quelli previsti obbligatoriamente dalle autorità regolatorie”. Successive verifiche di conformità dei due lotti di vaccino, prosegue Novartis, ”hanno confermato la rispondenza a tutti gli standard produttivi e qualitativi, senza rilevarne alcuna contaminazione”.

Cade da finestra della scuola: grave studente di 12 anni

Scritto da Redazione • 28 novembre 2014

Un ragazzino di 12 anni è caduto dalla finestra di una scuola a Treviso. Lo studente ha fatto un volo dal terzo piano. Le sue condizioni sono gravi. E’ accaduto durante l’ora di ricreazione. Sul posto è intervenuta la polizia per ricostruire la dinamica dell’accaduto.

Blocco vaccini: indagini in corso

Scritto da Redazione • 28 novembre 2014

I carabinieri dei Nas hanno eseguito in Sicilia e Molise sequestri di materiale e documentazione nell’ambito della vicenda legata alle morti dei pazienti che avevano ricevuto il vaccino antinfluenzale. Anche In Veneto, come in tutte le regioni d’Italia, da giovedì sera, sono scattate le verifiche per scongiurare la presenza dei lotti individuati. Al momento la situazione viene definita sotto controllo e non vi sarebbe la presenza di quei lotti che sono stati tutti bloccati. Il segretario nazionale della federazione medici di famiglia afferma : ”Il divieto di utilizzo dei due lotti di vaccino antinfluenzale è stato disposto a scopo precauzionale

Malore in montagna: muore escursionista padovano

Scritto da Redazione • 3 novembre 2014

Tragedia in montagna, in provincia di Pordenone. A perdere la vita un padovano, colto da un malore improvviso. Flavo Friso, 60 anni, era in compagnia di alcune guide del Cai. Improvvisamente si è sentito male e ha perso conoscenza. Immediate le manovre di soccorso praticate dai presenti mentre attendevano l’arrivo dei sanitari. Le condizioni del padovano però erano gravissime e l’intervento del suem è stato inutile. Gli operatori hanno tentato per lungo tempo a praticare le manovre di rianimazione ma sono state inutili.

Padova: aggredito mentre passeggia con il cane

Scritto da Redazione • 6 agosto 2014

Aggredito mentre camminava lungo via Beltrame a Padova. Un uomo di 67 anni stava portando a passeggio il cane. Con alcune difficoltà motorie era aiutato da un bastone che tiene sempre con se. Forse proprio questo ha spinto due balordi ad approfittare della situazione. La fragilità del padovano è diventata un occasione per derubarlo senza che potesse difendersi. Davanti a lui sono arrivati due cittadini dalla pelle scura, sicuramente nord africani. Lo hanno travolto con la loro forza e gli hanno strappato la collana di dosso. Poi si sono dileguati. L’uomo è caduto riportando delle escoriazioni

Refrontolo (Tv): gravi ma in miglioramento i due feriti

Scritto da Redazione • 6 agosto 2014

Restano serie ma in miglioramento le condizioni delle due persone tuttora ricoverate da sabato notte all’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso in seguito all’alluvione di Refrontolo costata la vita a quattro uomini. La Direzione sanitaria dell’ospedale riferisce che il paziente accolto con politraumatismi e già sottoposto ad un primo intervento chirurgico ortopedico è ancora nell’Unita’ di terapia intensiva e presenta condizioni di miglioramento. E’ previsto il trasferimento nel reparto di degenza ordinaria presso l’Unità di ortopedia e traumatologia

Disastro “Refrontolo”: 500 mila metri cubi d’acqua

Scritto da Redazione • 4 agosto 2014

Ogni attimo di questa tragedia viene seguito dal presidente della Regione Veneto che ha parlato di un piccolo Vajont, nessun paragone con quella notte terribile ma solo un binomio usato per spiegare l’enorme quantità d’acqua che si è riversata improvvisamente dal torrente. Secondo l’ultima rilevazione, sul luogo del disastro sono transitati 500 mila metri cubi di acqua. Un muro improvviso. Il presidente Veneto ha spiegato di aver già presentato al Governo il piano per il riordino del territorio regionale, un piano che richiede una spesa di oltre 2 miliardi di Euro. Nonostante i finanziamenti ministeriali però la situazione resta ancora difficile perché a scontrarsi con i fatti restano problemi burocratici e legislativ

Disastro nel trevigiano: Ministro Galletti a Refrontolo, la vicinanza del Governo. “Dobbiamo investire in prevenzione”

Scritto da Redazione • 4 agosto 2014

Il Ministro Galletti in visita a Refrontolo, il luogo colpito dalla tragedia, ha voluto esprimere la vicinanza del Governo alle famiglie delle vittime e al territorio. Il ministro ha spiegato che la vicinanza dello stato non sarà estemporanea ma sarà presente anche nei giorni successivi a questo tragico momento. Galletti si è complimentato con le forze di soccorso che hanno agito sul posto, con tempestività e con una grande organizzazione.“In Italia –ha sottolineato- esiste un grave problema di morfologia del territorio, siamo un paese a rischio e per questo motivo il governo ha messo tra le sue priorità il dissesto idrogeologico. Non dobbiamo lavorare in emergenza – ha ribadito più volte- ma in prevenzione”.

Disastro Refrontolo: quattro uomini strappati alla vita

Scritto da Redazione • 3 agosto 2014

Quattro vite spazzate da acqua e fango. Difficile accettare un dolore così grande. Le vittime avevano salutato i famigliari, uscendo di casa con il sorriso e con la voglia di stare assieme agli amici. La “festa degli Omani”, si svolgeva ogni anno, un’ occasione per passare una serata tra maschi, mangiare, ridere, scambiarsi battute e confidenze, insomma una serata in buona compagnia per scacciare i pensieri e divertirsi. Questo era lo spirito nel quale si trovavano i partecipanti. Certamente nessuno poteva immaginare un destino così tragico

Disastro in provincia di Treviso: 4 vittime e due feriti gravi

Scritto da Redazione • 3 agosto 2014

Disastro in provincia Treviso. Quattro le vittime a Reflontolo, una decina i feriti. Sono state ore drammatiche. Il territorio e’ stato travolto da un ondata d’acqua e fango di tre metri. Momenti di vero terrore. Strade franate, acqua ingestibile che arrivava ovunque. La situazione più drammatica e’ stata vissuta da chi era alla festa che si stava svolgendo vicino al Molinetto della Croda. La tensostruttura e’ crollata. La gente veniva trascinata dalla forza dell’acqua che sembrava non lasciare scampo.

Ragazzini si tuffano nel fiume Astico: salvati da Vigili fuoco

Scritto da Redazione • 1 agosto 2014

Si erano tuffati nel fiume Astico, a Cogollo del Cengio in provincia di Vicenza. Due ragazzini di 15 anni stavano annegando, sono rimasti aggrappati ad alcuni sassi sommersi. Erano in un punto pericolosissimo, vicino al primo dei tre scivoli artificiali del fiume che convogliano in una cascata.A salvarli sono stati i Vigili del Fuoco di Schio. Un pompiere del servizio speleo fluviale è entrato in …

Venezia: viaggiavano in camper come turisti, era banda di truffatori

Scritto da Redazione • 1 agosto 2014

Viaggiavano a bordo di due camper con targa tedesca, sembravano dei normali turisti ma per gli agenti della Squadra Anticrimine del Commissariato di Mestre c’era qualcosa che non andava. E’ scattato così un controllo di routine che ha individuato due famiglie dedite ad una serie di reati, compiuti su tutto il territorio nazionale. Truffe e furti nelle abitazioni ma anche colpi nelle case di anziani soli. Probabilmente il figlio di una delle due coppie si era precedentemente spacciato per poliziotto per derubare una donna. Insomma una lunga scia di reati che, forse, il gruppo voleva mettere in atto anche nel veneziano.

Droga:oltre 100 kg di hashish sequestrati, 3 arresti

Scritto da Redazione • 1 agosto 2014

Oltre cento chili di hashish, che, sul mercato avrebbero fruttato più di un milione di euro, sono stati sequestrati nel padovano. La droga è stata trovata a Conche di Codevigo dai Carabinieri che hanno arrestato tre persone. lo stupefacente era nascosto in tre valige, sistemate nel bagagliaio di un automobile. Tre persone sono state arrestate. Si tratta di due italiani, entrambi incensurati, Adriano Muni, 32 anni, di Nichelino (Torino); e Marcello Oriana, 59, di Sanremo (Imperia); e di un un marocchino, Hicham Lamghali, 34

Rapina a Caselle di Selvazzano (Pd): donna legata in casa

Scritto da Redazione • 1 agosto 2014

Due banditi mascherati sono entrati nella casa di due fratelli di 84 anni che abitano in via Ceresina a Caselle di Selvazzano (Pd). Lui, come tutte le mattine, si era alzato all’alba per andare a consegnare il latte ad alcune famiglie. La sorella, rimasta in casa, è stata sorpresa da due balordi che l’hanno legata ad una sedia. Non le hanno usato violenza ma l’hanno immobilizzata. Volevano il denaro ma in casa non ce n’era. Hanno rovistato ovunque, poi si sono dileguati a mani vuote. La stranezza è che non parlavano

Albignasego(Pd): accoltella il marito, ricoverato

Scritto da Redazione • 31 luglio 2014

Sfiorato la tragedia in un appartamento di Albignasego nel padovano. Una donna ha colpito con un coltello da cucina il marito. E’ il triste epilogo di una lite degenerata. I due hanno iniziato a bisticciare nella serata di mercoledì. Improvvisamente la donna ha impugnato il fendente e ha colpito l’uomo. Subito dopo il gesto ha allertato il 118. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e l’ambulanza. Il ferito è stato portato all’ospedale dove i medici si sono presi cura di lui. La signora, 43 anni, è stata denunciata per lesioni gravissime.

Schianto a Piazzola: muore bimba di 4 mesi, grave la mamma

Scritto da Redazione • 29 luglio 2014

Martedì tragico sulla strada. In un incidente avvenuto a Piazzola sul Brenta, in provincia di Padova, è morta una bambina di nemmeno 4 mesi. La piccola era in auto con la mamma, viaggiavano a bordo di una Fiat Brava. Improvvisamente la donna ha perso il controllo del mezzo uscendo di strada. Un incidente apparso subito gravissimo. Sul posto sono accorse due ambulanze, l’elicottero del Suem e gli uomini della Polizia Locale di Piazzola. Madre e figlia sono state trasportate all’ospedale di Camposampiero ma le condizioni della piccolina erano disperate. Poco dopo l’arrivo al Pronto Soccorso la bambina è morta. Gravissime le condizioni della madre.

Adescava ragazzine al parcheggio: camionista fermato da CC

Scritto da Redazione • 29 luglio 2014

Un autotrasportatore portoghese è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale continuata nei confronti di minorenni. Ad eseguire l’operazione sono stati i carabinieri della Compagnia di Verona che dopo la denuncia di alcune donne lo hanno tenuto sotto controllo. Al vaglio dei militari oltre alle testimonianze anche pedinamenti e video ripresi dalle telecamere di videosorveglianza. Il Portoghese avvicinava le sue vittime nel piazzale di un centro commerciale nel veronese. Al momento le denunce presentate sono tre ma per gli investigatori, gli episodi, sarebbero molti di più