SCRITTE SUI TRENI: DENUNCIATI

Hanno preso il treno, senza fare i biglietto. Così il controllore dell’interregionale Bologna-Venezia oltre alla multa ha segnalato la loro presenza anche al personale della Polfer. Il gruppo di 5 giovanissimi, fra cui due minorenni, una volta sceso nella Stazione di Padova è stato invitato negli uffici della polizia ferroviaria dove dai jeans di uno di loro sono saltati fuori 3 grammi di ecstasy. 11 pasticche azzurro acqua infilate nei pantaloni, ben nascoste nella piega del tessuto che hanno messo nei guai un romeno 22 enne, già noto alle forze dell’ordine, finito in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio.
E la stazione padovana è stata protagonista ieri anche di 4 denuncie. Nei guai sono finiti un 31 enne, e 3 ventenni, vicentini in trasferta a Padova per dipingere le carrozze di un treno.
II tre l’altra notte avevano scelto la rimessa per il lavaggio dei treni dove si trovavano alcune carrozze in sosta. Un luogo che il quartetto riteneva abbastanza protetto. Così bombolette alla mano i writers hanno iniziato la loro opera siglando con i loro graffiti varie carrozze.
Ad accorgersi della presenza di estranei in un area riservata agli addetti ai lavori, un addetto alla pulizia dei treni, che ha allertato immediatamente la polizia ferroviaria. Due componenti del gruppo sono stati presi mentre cercavano di scappare nei campi che circondano l’area. Altri due invece sono stati acciuffati in autostrada dopo che i poliziotti avevano atteso che riprendessero il mezzo parcheggiato poco lontano dalla rimessa.
I quattro giovani sono stati denunciati per danneggiamento aggravato.