Blackout informatico:poste in tilt

Ancora un blocco informatico, di nuovo in tilt le poste, un blackout che ha paralizzato nella mattinata di oggi i 14mila sportelli di Poste Italiane.
Numerose le code createsi negli uffici postali dello stivale e i disagi denunciati dagli utenti. Secondo le testimonianze raccolte all’uscita delle poste centrali padovane di via Garibaldi sta mattina non era possibile inviare corrispondenza, pagare bollettini postali e nemmeno ritirare le pensioni. E agli utenti veniva chiesto di ritornare il giorno successivo.
A denunciare per primo il blocco del sistema operativo informatico Mario Petitto, Segretario Generale Cisl-Poste, che in una nota ha commentato la situazione di disagio creatasi sta mane “Oggi gli uffici postali – ha ascritto Petitto – sono pieni di pensionati Inpdap che non riescono a riscuotere la pensione e di cittadini che non riescono ad effettuare alcuna operazione finanziaria agli sportelli”.
A mandare in tilt il sistema sarebbe stato un problema informatico sulla cui natura però non è arrivata alcuna spiegazione da parte dei diretti interessati che a pomeriggio inoltrato non avevano ancora diffuso alcun comunicato stampa in merito all’intera faccenda.
Secondo alcune fonti il blocco si sarebbe protratto fino alle prime ore del pomeriggio poi la situazione sarebbe lentamente tornata alla normalità.