PADOVA: CONTROLLI POLIZIA, 2 ARRESTI

Partiranno per il Cie di Bologna, Roma e Bari i 5 cittadini tunisini pluripregiudicati e irregolari sul territorio identificati ieri durante i controlli della polizia impegnata in operazioni antidegrado in città.
Controlli a contrasto della clandestinità ma anche dello spaccio e conclusisi con l’accompagnamento di 15 stranieri in questura e l’arresto di due cittadini tunisini.
Rocambolesco l’inseguimento che ieri sera poco dopo le 20 ha visto coinvolto un ispettore del reparto volanti di Padova lanciatosi nella cattura di un tunisino che per sottrarsi agli accertamenti si è improvvisato maratoneta. Ad aiutare il poliziotto anche un cittadino che vedendo allontanarsi lo straniero a bordo di un metrobus non ha esitato a consegnare la propria bicicletta al poliziotto. L’inseguimento sulle due ruote partito da piazzale stazione si è concluso qualche centinaio di metri più avanti in piazzetta Conciapelli. Nonostante lo sforzo il tunisino ha impiegato le energie residue per affrontare l’Ispettore di polizia scagliandoli addosso anche la bicicletta a bordo del quale l’aveva raggiunto.
Il magrebino 25 enne è stato arrestato con l’accusa di lesioni e resistenza.
Ha passato l’intera giornata all’ospedale civile della città un altro tunisino che ha avvertito un malore durante un controllo della squadra mobile. A provocarlo gli ovuli di sostanza stupefacente che l’uomo ha ingoiato per eludere i controlli.
La polizia era intervenuta nell’appartamento occupato dal tunisino e da altri connazionali nel quartiere Forcellini dopo le segnalazioni di alcuni residenti della zona allertati da un insistente quanto quotidiano via vai nel palazzo.